Villa Orsini

Villa Orsini

Villa Orsini - Gianni Trevisan
La riproduzione totale o parziale dell'opera non è consentita senza l'approvazione dell'autore

Via Roma 68

La storia della Villa ha radici antiche.
Costruzione settecentesca, di classica impronta veneziana: in un catastico della Repubblica Veneta del 1785 è designata come "Palazzo" di Alvise Orsini e nel successivo catasto Napoleonico ancora proprietà della famiglia Orsini fino agli inizi dell'ottocento. Viene in seguito in beneficio all'Arcipretale di Scorzè e quindi di proprietà comunale. Nel corso del Novecento i locali di questo edificio hanno ospitato la prima caserma dei carabinieri, l'asilo infantile, la scuola media e, dal 1979, è stata destinata alla biblioteca comunale. Il restauro, eseguito dall'Amministrazione comunale nel 1984, ha contribuito a ripristinare il disegno originale soprattutto per quanto riguarda i due prospetti principali, caratterizzati dalla accentuata sopraelevazione centrale a timpano e dal poggiolo in pietra viva. All'interno si possono ancora ammirare le decorazioni del salone centrale dove spiccano le figure allegoriche dei soprapporta ed altri affreschi nel soffitto di una stanza attigua e nel vano scale.
Estratto da: Bassi Elena, Ville della Provincia di Venezia, Milano, 1987.

Villa Orsini