Aliquote ICI anni precedenti

Aliquote ICI 2010

Aliquote Ici anno 2009

Aliquota anno 2009

CON DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ASSUNTA CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13 DEL 13.03.2009 SONO STATE CONFERMATE LE ALIQUOTE ICI APPROVATE CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 31 DEL 15.02.2006.
 
 
L’art. 1 del D.L. n. 93 del 27.05.08, convertito in Legge n. 126 del 24.07.08 prevede “l’esenzione I.C.I. prima casa”. L’esenzione viene riconosciuta a tutte le tipologie di immobili destinati ad abitazione principale ad eccezione delle categorie A/1 (abitazione di tipo signorile) - A/8 (ville) – A/9 (castelli e palazzi eminenti), alle relative pertinenze (nel limite massimo di due unità nello stesso foglio e mappale purché il loro uso sia riservato al proprietario e ai suoi conviventi – art. 12 Regolamento ICI).

L’esenzione viene inoltre riconosciuta a tutte le unità immobiliari che il Comune, con regolamento vigente alla data di entrata in vigore del Decreto (29.05.08), ha assimilato alle abitazioni principali. L’articolo 12 del Regolamento comunale ICI assimila alle abitazioni principali:
• le abitazioni concesse dal soggetto passivo d’imposta in uso gratuito a parenti in linea retta fino al 2° grado o collaterali fino al 2° grado, purché siano utilizzate come tali. La concessione deve essere comunicata all’ufficio tributi del Comune, mediante autocertificazione;
• le abitazioni possedute da anziani e disabili con residenza in istituti di ricovero a seguito di ricovero permanente a condizione che l’ex abitazione principale non risulti locata;
• le abitazioni possedute e non locate da italiani residenti all’estero e iscritti all’AIRE.

PER GLI IMMOBILI DI CATEGORIA CATASTALE A1, A8 E A9 ADIBITI AD ABITAZIONE PRINCIPALE SI APPLICANO L’ALIQUOTA E LE DETRAZIONI PER L’ABITAZIONE PRINCIPALE, COSI’ COME STABILITE DALLA DELIBERAZIONE DI G.C. N. 31 DEL 15.02.2006.
 

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 31 DEL 15.02.2006

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.). APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2006.

Omissis…

LA GIUNTA COMUNALE
Omissis…

DELIBERA


1. Di determinare per l’anno 2006 le seguenti aliquote ICI e detrazioni:
(…)
• 6,5 per mille per tutti gli immobili;
• 4,5 per mille per le abitazioni principali e loro pertinenze;
• Detrazione per abitazione principale pari a € 129,00 e per abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti in linea retta e collaterali fino al 2° grado (previa presentazione apposita autocertificazione all’ufficio tributi);
• Le due ulteriori detrazioni sotto indicate sono alternative e non cumulabili:
 Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a € 129,23 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico risulti a carico un portatore di handicap residente con una invalidità pari al 100% (con obbligo di consegnare attestazione all’ufficio tributi);
 Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a € 60,00 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell’ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta “pensione delle casalinghe”, che si acquisisce a 65 anni d’età senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di € 326,02 mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di € 395,59 mensili).

Aliquote ICI Anno 2008

Anno 2008
 

L’Amministrazione Comunale ha confermato per il 2008 le stesse aliquote e detrazioni ICI già in vigore nell’anno precedente:
  • Aliquota per abitazioni principali e loro pertinenze (max due con stesso foglio e mappale) pari al 4,5‰, nonché a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili purchè il contratto sia stato stipulato in base agli accordi territoriali in attuazione della L. 09.12.1998 n. 431 art. 2, comma 3 e D.M. 05.03.1999 (copia da inviare all’ufficio tributi) e per abitazioni concesse in comodato gratuito a condizione che venga presentata apposita autocertificazione all’ufficio tributi.
  • Aliquota ordinaria per tutti gli altri immobili pari al 6,5‰;
  • Detrazione per abitazione principale pari a € 129,00 e per abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti in linea retta e collaterali fino al 2° grado (previa presentazione apposita autocertificazione all’ufficio tributi).

Le due ulteriori detrazioni sotto indicate sono alternative e non cumulabili: 

  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a € 129,23 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico risulti a carico un portatore di handicap residente con una invalidità pari al 100% (con obbligo di consegnare attestazione all’ufficio tributi);
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a € 60,00 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell’ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta “pensione delle casalinghe”, che si acquisisce a 65 anni d’età senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di € 326,02 mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di € 395,59 mensili).

Quando l’imposta complessivamente dovuta per la quota di possesso procapite per l’intero anno risulta inferiore o pari a € 10,33, il versamento ICI non è dovuto.


Coniugi separati

A partire dal 2008, la normativa prevede che il coniuge separato o divorziato, non assegnatario dell’ex casa coniugale, determina l’imposta dovuta applicando l’aliquota deliberata dal Comune per l’abitazione principale e le detrazioni previste calcolate in proporzione alla quota posseduta, indipendentemente dalla residenza anagrafica e dall’effettiva destinazione dell’immobile ad abitazione principale. Dette disposizioni, si applicano a condizione che il soggetto passivo non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso comune ove è ubicata l’ex casa coniugale.
 

Aliquote Ici anno 2007

Anno 2007
Deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 30.04.2007
 
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 6,5 ‰ per tutti gli altri immobili;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129,00;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 129,23 per i soggetti passivi ICI, che hanno a carico un handicappato residente e iscritto nel loro nucleo familiare anagrafico con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 60 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 314,58 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 381,72 circa mensili);
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.
 

Aliquote Ici anno 2006

Anno 2006
Deliberazione di Giunta Comunale n. 31 del 15.02.2006
 
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 6,5 ‰ per tutti gli altri immobili;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 129,23 per i soggetti passivi ICI, che hanno a carico un handicappato residente e iscritto nel loro nucleo familiare anagrafico con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 60 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 314,58 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 381,72 circa mensili);
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.
 

Aliquote ICI anno 2005

Anno 2005
Deliberazione di Giunta Comunale n. 27 del 03.02.2005
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 6,5 ‰ per tutti gli altri immobili;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 80 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 60 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 295,85 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 358,99 circa mensili);
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.
 

Aliquote ICI anno 2004

Anno 2004 - Deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 22.01.2004

  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 6,5 ‰ per tutti gli altri immobili;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 295,85 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 358,99 circa mensili);

Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.

Aliquote ICI Anno 2003

Anno 2003 - Deliberazione di Giunta Comunale n. 13 del 23.01.2003
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 6,5 ‰ per tutti gli altri immobili;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 295,85 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 358,99 circa mensili);
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.
 

Aliquote ICI Anno 2002

ANNO 2002 - Deliberazione di Giunta Comunale n. 218 del 06.12.2001
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 5,5 ‰ per tutti gli immobili;
  • 7 ‰ per abitazioni non locate e loro pertinenze;
  • Il possessore di abitazione usata a titolo principale (ossia dove vive) ha diritto ad una detrazione di Euro 129;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a Euro 52 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di Euro 275 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di Euro 333 circa mensili);
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.

Aliquote ICI Anno 2001

ANNO 2001 - deliberazione di Giunta Comunale n. 10 del 18.01.2001:
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 5,5 ‰ per tutti gli immobili;
  • 7 ‰ per abitazioni non locate e loro pertinenze;
  • Detrazione per l'abitazione principale in L. 250.000;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a L. 100.000 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a L. 100.000 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di 533.000 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di L. 644.000 circa mensili).
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.

Aliquote ICI Anno 2000

ANNO 2000 - deliberazione di Consiglio Comunale n. 16 del 21.02.2000:
  • 4,5 ‰ per le abitazioni principali e loro pertinenze, nonchè a favore dei proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite con gli accordi territoriali fra associazioni della proprietá e dell'inquilinato;
  • 5,5 ‰ per tutti gli immobili;
  • 7 ‰ per abitazioni non locate e loro pertinenze;
  • Detrazione per l'abitazione principale in L. 250.000;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a L. 100.000 per i soggetti passivi ICI, nel cui nucleo familiare anagrafico hanno a carico un handicappato residente con una invaliditá pari al 100%;
  • Ulteriore detrazione per abitazione principale pari a L. 100.000 per coloro che sono soggetti passivi ICI, che sono tenuti al versamento dell'ICI per una sola abitazione, nella quale sono residenti, e relative pertinenze, e beneficiari della cosiddetta "pensione delle casalinghe", che si acquisisce a 65 anni d'etá senza aver versato alcun contributo, o solo parzialmente, specificatamente definite pensioni sociali senza contribuzione (pari ad un importo di 533.000 circa mensili) e assegni sociali (pari ad un importo di L. 644.000 circa mensili).
  • Le due ulteriori detrazioni sono alternative e non cumulabili.

Aliquote ICI 1999-1993

ANNO 1993:
  • aliquota 4‰ ;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 180.000;
ANNO 1994:
  • aliquota 4‰
  • detrazione per l'abitazione principale L. 180.000;
ANNO 1995:
  • aliquota 4‰;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 180.000;
ANNO 1996 - deliberazione di Giunta Comunale n. 44 dell'1.02.1996:
  • aliquota 5‰;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 180.000;
ANNO 1997 - deliberazione di Giunta Comunale n. 129 del 19.02.1997:
  • aliquota 5‰;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 230.000;
  • aliquota 7‰ per gli alloggi non locati;
ANNO 1998 - deliberazione di Giunta Comunale n. 28 del 12.02.1998:
  • aliquota 5‰;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 230.000;
  • aliquota 7‰ per gli alloggi non locati;
ANNO 1999 - deliberazioni di Consiglio Comunale n. 7 del 27.01.1999 e n. 25 del 19.03.1999:
  • aliquota 5‰;
  • detrazione per l'abitazione principale L. 285.000;
  • aliquota 7‰ per gli alloggi non locati.