Assegno di cura per persone non autosufficienti assistite a domicilio

Anno 2008

Assegno di cura

ASSEGNO DI CURA PER PERSONE NON AUTOSUFFICIENTI
ASSISTITE A DOMICILIO

RIFERIMENTI NORMATIVI
D.G.R. n. 39 del 17/1/2006.
- D.G.R. n.4135 del 19/12/2006.
- D.G.R. n. 287 del 12/02/2008.

 Sono destinatarie dell’assegno di cura le persone non autosufficienti residenti nel Veneto, che usufruiscono di una adeguata assistenza presso il domicilio.
 
REQUISITI DI ACCESSO
 
Il riconoscimento del diritto all’assegno di cura è condizionato all’accertamento di: 
  •  Condizione di non autosufficienza;
  • Sufficiente adeguatezza del supporto erogato dalla famiglia, direttamente o indirettamente e/o dalla rete sociale a copertura delle esigenze della persona;
  • Condizione economica della famiglia di cui fa parte la persona non autosufficiente. Per poter accedere al contributo, vengono stabilite le seguenti soglie economiche:
    - l'ISEE relativo ai redditi 2006 non deve essere superiore ad Euro 14.612,15;
    - l'ISEE relativo ai redditi 2007 non deve essere superiore ad Euro 14.992,07.
    Per il periodo gennaio-giugno 2008 il valore ISEE deve essere riferito ai redditi percepiti o nel 2006 o nel 2007; per il periodo luglio-dicembre 2008 il valore ISEE deve essere riferito ai redditi percepiti nel 2007.
MODULISTICA E ALLEGATI
 
Per presentare la domanda è necessario compilare il modulo, disponibile anche presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune nei seguenti giorni ed orari: martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
Alla domanda si dovrà allegare l’ ATTESTAZIONE ISEE del nucleo familiare in cui vive la persona assistita.
 
Per il rilascio delle attestazioni ISEE rivolgersi ai CAF presenti nel territorio.  
 
 
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
 
La domanda può essere presentata:
  • all’Ufficio Servizi Sociali del Comune nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00, oppure:
  • all’Ufficio Protocollo del Comune (aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e giovedì pomeriggio dalle 16.00 alle 17.30), unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.
 A seguito della presentazione della domanda viene effettuata la rilevazione delle condizioni soggettive della persona assistita, tramite una scheda di rilevazione, compilata in parte dall’ assistente sociale del Comune ed in parte dal medico di medicina generale della persona non autosufficiente.
 
ENTITÀ DEL CONTRIBUTO
 
L’entità del contributo è calcolata in rapporto al punteggio risultante dalla scheda di rilevazione ed alla condizione economica (valore ISEE).
E’ previsto un incremento del contributo per le persone che presentano patologie di demenza accompagnata da gravi disturbi comportamentali o per le famiglie che si avvalgono del supporto di assistenti familiari (“badanti”) regolarmente assunte per almeno 24 ore settimanali.
 
 Per eventuali informazioni rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali del Comune (tel. 041/5848238).
 
  
Informazioni generale - Cos'è I.S.E.E.
 
L’I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), istituito con il D.Lgs. n. 109/98, serve per misurare la situazione economica del nucleo familiare e tiene conto di molti fattori (redditi, patrimoni immobiliari e mobiliari, n. dei componenti del nucleo, presenza di portatori di handicap o invalidi in famiglia, affitto, mutuo da pagare per la 1^ casa, ecc.).
Per determinare questo indicatore, è necessario presentare al Comune o al C.A.F. una dichiarazione sostitutiva unica, di validità annuale, contenente tutte le informazioni necessarie per il calcolo. Non bisogna perciò confondere tale dichiarazione con la dichiarazione dei redditi.
Si richiama l’attenzione sulle responsabilità penali in ordine a quanto dichiarato e sui controlli che potranno essere eseguiti per accertare la veridicità dei contenuti.
 
Per l’assistenza nella compilazione della dichiarazione sostitutiva unica e per il rilascio dell’attestazione ISEE, potete rivolgervi, gratuitamente e previo appuntamento, al CAF CISL, convenzio- nato con il Comune, con sede a Scorzè, in Viale Kennedy n. 18 (tel. 041/2905870) e sede a Mirano (tel. 041/2905800).