Dat (Disposizioni Anticipate di Trattamento)

DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO (DAT) 
BIOTESTAMENTO 
Modalità attuative (ai sensi della legge n°219 del 22/12/2017) 
 
CHE COSA E’ LA D.A.T. 
La D.A.T. - dichiarazione anticipata di trattamento  anche chiamata testamento biologico o di vita è un documento strettamente personale con cui una persona maggiorenne (disponente) capace di intendere e di volere, esprime la propria volontà in merito ai trattamenti sanitari nel caso in cui,   in   futuro,   si   trovasse   in   condizione   di   non   poter   manifestare   la   propria   volontà.  
In sostanza può dichiarare se  accettare o rifiutare trattamenti sanitari, accertamenti diagnostici o scelte  terapeutiche  (dopo  aver  acquisito  informazioni  mediche  sulle  conseguenze  delle  proprie scelte),  secondo  il  principio  che  “nessun  trattamento  sanitario  può  essere  iniziato  o  proseguito  se privo del consenso libero e informato della persona interessata”. 
Per essere valida, la dichiarazione deve contenere il nome di almeno una persona maggiorenne il fiduciario  che  ha  l’incarico  di  far  rispettare  la  volontà  dell’intestatario  della  DAT  e  che  lo rappresenta nelle relazioni con il medico e le strutture sanitarie.  
Il disponente può sempre decidere di cambiare il fiduciario, modificare le sue disposizioni o ritirare la sua D.A.T.così come la persona  nominata fiduciaria, se non intende più svolgere questo compito, può rinunciare all’incarico e presentare in Comune una dichiarazione.  
 
COME ESPRIMERE LE DAT 
Le DAT: 
sono  redatte  in  forma  libera,  senza  necessità  di  autentica  della  firma,   dal  disponente  che  deve essere  persona maggiorenne  capace di intendere e di volere; nel caso non fosse possibile rendere una dichiarazione scritta, le DAT possono essere rese mediante videoregistrazione o altri dispositivi che consentano alla persona di comunicare; chi esprime le DAT  può indicare un fiduciario, persona maggiorenne  e  capace  di  intendere  e  di  volere,  che  avrà  il  compito  di  far  rispettare  le   volontà espresse dal disponente nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie nel momento in cui 
lo stesso non fosse più capace di confermare le proprie intenzioni consapevolmente. L’accettazione della  nomina  da  parte  del  fiduciario  avviene  attraverso  la  sottoscrizione  delle  DAT  o  con  atto successivo  allegato  alle  DAT.  Vanno  consegnate  personalmente  dal  disponente   in  busta  chiusa all’Ufficiale dello stato civile del Comune di residenza che rilascerà ricevuta di avvenuta consegna e deposito. L’ufficiale di stato civile non deve partecipare alla redazione della scrittura, né è tenuto a dare informazioni sul contenuto della medesima: ha il solo compito di riceverla, di registrarla e di conservarla; le DAT possono essere modificate o revocate dal disponente in qualsiasi momento. 
 
DOVE E COME PRESENTARE LE DAT AL COMUNE DI SCORZE’
Le DAT devono essere consegnate all’Ufficiale  di Stato Civile sito in Piazza Aldo Moro n. 1- piano terra.  L’Ufficio è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30 ed il giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.00. 
Prima di consegnare il proprio Testamento biologico in busta chiusa, il Dichiarante deve avere già redatto le copie per sé e per il Fiduciario da trattenere. 
L’ incaricato al ritiro non è a conoscenza delle dichiarazioni e dei documenti inseriti nella busta e non è responsabile del suo contenuto. 
La busta chiusa dovrà contenere, oltre al Testamento biologico, una copia fotostatica dei documenti di identità in corso di validità, del Dichiarante e del Fiduciario.