08-02-2018

Elezioni politiche domenica 4 marzo 2018

L’Ufficio elettorale sarà aperto per gli adempimenti inerenti alla raccolta delle firme e alla presentazione delle liste dei candidati per le elezioni politiche del 4 marzo nelle giornate :

  • Giovedì 25, venerdì 26 e sabato 27 gennaio 2018 - dalle ore 14.30 alle ore 17.30;
  • Domenica 28 e lunedì 29 gennaio 2018 - dalle ore 8.00 alle ore 20.00;

 

ELEZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA - ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO

Gli elettori italiani che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche, si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale del 4 marzo 2018, possono produrre espressa opzione - valida esclusivamente per la medesima consultazione elettorale alla quale si riferisce - per esercitare il voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero per liste di candidati presentate nella ripartizione ove dimorano.

L’opzione per il voto nella circoscrizione Estero potrà essere prodotta altresì dai familiari con essi conviventi.

L’opzione dovrà pervenire al comune italiano di iscrizione nelle liste elettorali entro e non oltre il trentaduesimo giorno antecedente la data delle elezioni, e cioè entro il 31 gennaio 2018 (art. 4-bis della legge 27 dicembre 2001, n. 459, inserito dalla legge 6 maggio 2015, n. 52, e di recente modificato dall’art. 6, comma 2, lettera a), della legge 3 novembre 2017, n. 165)”.

Per l’esercizio dell’opzione potrà essere utilizzato il modello allegato riprodotto in formato accessibile ed editabile.

VOTO AL DOMICILIO

Voto domiciliare per elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione.

Si richiamano le disposizioni della legge 7 maggio 2009, n. 46 recante modifiche all'articolo 1 del decreto legge 3 gennaio 2006, n.1, convertito con modificazioni, dalla legge 27 gennaio 2006, n. 22, in materia di ammissione al voto di elettori affetti da gravi infermità, che ne rendano impossibile l'allontanamento dall'abitazione.

Possono essere ammessi al voto domiciliare:

  1. gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano; 
  2. gli elettori affetti da gravissime infermità, tali da impedire l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano anche con l’ausilio del servizio di trasporto predisposto dal Comune per facilitare il raggiungimento del seggio elettorale da parte di elettori disabili.

A tal fine gli elettori interessati devono far pervenire al Sindaco del Comune, nelle cui liste elettorali sono  iscritti, apposita dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, non oltre il ventesimo giorno antecedente la data della votazione, cioè non oltre lunedì 12 febbraio 2018.

La domanda di ammissione al voto domiciliare, in carta libera, deve indicare l'indirizzo dell'abitazione in cui l'elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico. Deve essere inoltre corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria, rilasciata da un funzionario medico designato dai competenti organi dell'Azienda sanitaria locale in data non anteriore  al 45esimo giorno antecedente la votazione (18 gennaio 2018).

Tale certificazione medica dovrà riprodurre l’esatta formulazione normativa, attestando quindi la sussistenza, in capo all’elettore, delle condizioni di infermità di cui al comma 1, dell’articolo 1 della legge 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali. Inoltre il certificato potrà attestare l’eventuale necessità del cosiddetto accompagnatore  per l’esercizio del voto.