Vidimazione registri agenzia d'affari e vendita di cose antiche o cose usate

VIDIMAZIONE REGISTRO DEGLI AFFARI

Il registro degli affari può essere cartaceo e, in tal caso, la vidimazione sarà effettuata mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà o può essere formato e tenuto con strumenti telematici ai sensi dell'art. 2215-bis c.c.

In tal caso le registrazioni contenute nei  documenti di cui al primo comma debbono essere consultabili in ogni momento con i mezzi messi a disposizione dal soggetto tenutario e costituiscono informazione primaria e originale da cui è possibile effettuare, su diversi tipi di supporto, riproduzioni e copie per gli usi consentiti dalla legge.

Gli obblighi di numerazione progressiva e di vidimazione previsti dalle disposizioni di legge o di regolamento per la tenuta dei libri, repertori e scritture sono assolti, in caso di tenuta con strumenti informatici, mediante apposizione, almeno una volta all'anno, della marcatura temporale e della firma digitale dell'imprenditore o di altro soggetto dal medesimo delegato. Qualora per un anno non siano state eseguite registrazioni, la firma digitale e la marcatura temporale devono essere apposte all'atto di una nuova registrazione e da tale apposizione decorre il periodo annuale di cui al precedente comma.

 VIDIMAZIONE REGISTRI COSE ANTICHE O COSE USATE

 Il registro "cose antiche o cose usate"  può essere cartaceo e, in tal caso, la vidimazione sarà effettuata mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà o può essere formato e tenuto con strumenti telematici ai sensi dell'art. 2215-bis c.c.

In tal caso le registrazioni contenute nei documenti di cui al primo comma debbono essere consultabili in ogni momento con i mezzi messi a disposizione dal soggetto tenutario e costituiscono informazione primaria e originale da cui è possibile effettuare, su diversi tipi di supporto, riproduzioni e copie per gli usi consentiti dalla legge.

Gli obblighi di numerazione progressiva e di vidimazione previsti dalle disposizioni di legge o di regolamento per la tenuta dei libri, repertori e scritture sono assolti, in caso di tenuta con strumenti informatici, mediante apposizione, almeno una volta all'anno, della marcatura temporale e della firma digitale dell'imprenditore o di altro soggetto dal medesimo delegato. Qualora per un anno non siano state eseguite registrazioni, la firma digitale e la marcatura temporale devono essere apposte all'atto di una nuova registrazione e da tale apposizione decorre il periodo annuale di cui al precedente comma.